RITRATTO DI PROVINCIA NELLA CHIETI DEGLI ANNI ’60

Tempo di lettura: 8 minuti

È passato più di mezzo secolo e, a parte le caserme che oggi sono inesorabilmente chiuse, non è che sia cambiato poi molto a Chieti, soprattutto nell’indole dei suoi cittadini, coi modi di esprimersi, nei rapporti interpersonali, nell’affannosa ricerca di migliorare se’ stessi e di progredire facendo un passo avanti ma fatalmente anche due indietro e guardandosi di continuo ad un virtuale specchio per compiacersi in un ingenuo auto consenso.

Leggi tutto “RITRATTO DI PROVINCIA NELLA CHIETI DEGLI ANNI ’60”

PERIFERIE TEATINE : VIA D’ARAGONA

Tempo di lettura: 3 minuti

La denominazione trae origine dal lascito fatto dal Conte Emanuele Gaetani dei Duchi di Laurenzana al Comune di Chieti con delibera di accettazione che porta la data del 5 maggio 1908. La donazione comprendeva diversi ettari di terreni con annessi fabbricati che il Conte possedeva in quella che, prima dell’attuale denominazione, veniva chiamata Costa Carete.

Leggi tutto “PERIFERIE TEATINE : VIA D’ARAGONA”

LU RICCHIAPPE

Tempo di lettura: 4 minuti

Si può affermare con sicurezza che fino agli anni 30 del secolo scorso due fossero gli eventi che riscuotevano il maggior concorso popolare in città: la Processione del Venerdì Santo e il Palio de Lu Ricchiappe; quest’ultimo trovava il suo culmine nella corsa che si disputava il giorno del santo patrono. In realtà nel periodo delle feste patronali si svolgevano diverse corse per soddisfare l’entusiasmo sempre crescente del numeroso pubblico ma la gara più importante era quella denominata “corsa dei barberi” o “carriera dei barberi” perché disputata da cavalli privi di fantino. Il cavallo barbero (o berbero), rispetto al cavallo arabo, ha un aspetto più robusto, quindi più adatto a questo tipo di sforzo.

Leggi tutto “LU RICCHIAPPE”

QUARTO S.ANNA

Tempo di lettura: 4 minuti


Nel rione Sant’Anna c’è l’omonima chiesa di origini medievali, conosciuta da tutti noi per l’adiacente cimitero cittadino.


Nel corso degli anni subisce varie modifiche, ma solo nel 1964,in seguito allo smembramento del territorio parrocchiale di Sant’Antonio Abate, viene elevata a Parrocchia dall’allora Monsignor Bosio.
Nella soffitta della chiesa, nel 1930, fu rinvenuta una statua lignea raffigurante Sant’Anna che tiene in grembo la Madonna, a sua volta sorreggente Gesù Bambino.
E’ la bellissima statua della Sant’Anna Matterza

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è santanna-metterza.jpg

trasferita in seguito al Museo Diocesano dal Prof. Verlengia a cui si deve anche la datazione della stessa risalente alla metà del XIII secolo

Leggi tutto “QUARTO S.ANNA”

LO STORICO PALAZZO MASSANGIOLI: UN MONUMENTO DA RESTAURARE

Tempo di lettura: 5 minuti

Non è compreso nell’elenco dei 13 palazzi censiti e schedati, con encomiabile impegno e cura, da Grafica Archipro s.n.c. nel port-folio “Chieti. I Palazzi nella città” (1993) che faceva il paio con il port-folio “Chieti, Le Chiese nella città” (1992) che schedava n.1 2 luoghi di culto, che vedeva in prima fila gli architetti Pierluigi Gentile e la moglie Maria Cicchitti, ora alla ribalta per la problematica sistemazione di Piazza San Giustino, già Piazza Grande e poi Piazza Vittorio Emanuele II, che vi era entrato trionfalmente il 18 ottobre 1960, alla vigilia del suo incontro a Teano, o giù di lì, con Giuseppe Garibaldi che gli consegnò l’Italia del sud dopo la vittoriosa impresa dei Mille.

Leggi tutto “LO STORICO PALAZZO MASSANGIOLI: UN MONUMENTO DA RESTAURARE”