PERCHÉ BIG8?

Tempo di lettura: 2 minuti

Oggi nasce ufficialmente il nostro blog e, non a caso, abbiamo scelto la data coincidente con i natali di Chieti, da dove scriviamo e da dove cerchiamo, nel miglior modo possibile, di proporre un contributo ottimale per far conoscere questa bella città a chi la abita, a chi vi è nato ma soprattutto a chi non è chietino. Perché Big8? Il nostro blog è orgogliosamente teatino ma rispettoso di tutti, come detto anche chi di Chieti non è, anche per far intendere l’inesattezza di certi luoghi comuni che vogliono il chietino erroneamente sopra le righe; chi vive in questa città è invece una persona normalissima e ci è piaciuto canzonarci, al punto da riportare una definizione del dizionario d’italiano, dove bigotto e bacchettone sono sinonimi di chietino, mutuandone evidentemente la caratteristica dei chierici regolari dell’ordine monastico teatino, noti per il ligio attaccamento alla primitiva regola di vita apostolica: in sintesi, bigotto!

Qualche mese fa alcuni di noi hanno maturato l’intenzione di diffondere un modello editoriale che non rappresentasse una replica dei tantissimi media che si dedicano alle notizie della cronaca, piuttosto  potesse contribuire a fornire degli utili suggerimenti per una città che vuole e deve volgere il suo sguardo verso l’avvenire ma, al tempo stesso, che susciti delle opportune riflessioni sui diversi temi che andremo a trattare. Ci occuperemo, pertanto, di territorio, di cittadini, di storia, di scienza, di urbanistica, di archeologia, di misteri, di cucina, di sport e di tanto altro ancora e lo faremo nelle forme di articoli senza tempo ma anche di video documentaristici e di inchiesta.

La nostra squadra è composta da professionisti, commercianti e impiegati che, per tale progetto, hanno piacevolmente deciso di sottrarre il proprio tempo alle rispettive attività, ponendosi l’obiettivo di migliorare la visione e la percezione di questa città, tanto dal suo interno, quanto dall’esterno di essa.

Il nostro è un progetto che vuol svilupparsi senza mai scadere nell’ovvio e nello scontato ma come ogni progetto che si rispetti, ci piacerebbe avere con i lettori un dialogo aperto da instaurare, per interagire con gli stessi e per conoscere cosa ne pensino degli argomenti trattati, in modo da migliorarci, consentendoci di governare uno strumento nuovo, di cui, è nei nostri auspici, Chieti possa positivamente disporre.

Vi auguriamo una piacevole lettura e vi aspettiamo numerosi sul nostro blog, anzi sul Big8.

Marino Valentini

Marino Valentini
Nato nel 1961, sposato, due figli, per circa venticinque anni ha lavorato presso una locale banca dove ha rivestito il ruolo di Direttore di Filiale. Attualmente è libero professionista quale consulente in materia bancaria, specialmente per l'emersione di abusi in danno dei cittadini, come anatocismo ed usura. E' l’ideatore del Marrucinum, il progetto di moneta complementare nella città di Chieti. Ha scritto gli inediti “Onirica” e “Accordo suicida” ed i saggi “La Congiunzione perfetta”, “Il Patto tradito” e “Il Naufragio dell’Utopia”, con il quale nel 2015 ha vinto il premio nazionale “La valigia di cartone”, mentre, al momento, è in procinto di ultimare la dissacrante “Storia semiseria della Città di Chieti”.
Marino Valentini on EmailMarino Valentini on FacebookMarino Valentini on Youtube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *